Viviamo in un mondo dove ci sono sempre più stimoli, richieste di attenzione,  multitasking, dover avere risposte pronte e veloci per portare soluzioni nella nostra sfera privata e professionale, in ogni momento, quasi senza sosta, senza il ritmo del tempo di lavoro e del tempo di riposo.

Siccome non si può scappare da questo mondo, a meno di ritirarsi completamente, è importante trovare strategie che ci permettono di navigare quanto ci succede nella vita di ogni giorno con la serenità e le risorse necessarie a far fronte a quanto si presenta.

La meditazione Mindfulness è sostanzialmente un allenamento dell’attenzione, è l’allenamento di un muscolo che posso potenziare facendo esercizi specifici, ad esempio dirigendo la mia attenzione sul respiro.

Gli studi scientifici neurologici condotti – ad esempio da Richard Davidson – sugli effetti della meditazione mindfulness sul cervello hanno dimostrato che i benefici sono visibili già dopo alcune sedute. Tuttavia è soltanto la pratica continua e metodica che permette di avere risultati sostenibili. In effetti i muscoli funzionano proprio così, quando sono alleanti li possiamo usare senza sforzo, se non sono allenati allora facciamo fatica ad utilizzarli e l’allenamento deve essere costante, non basta una volta.

Nella sua essenza la meditazione mindfulness ci aiuta ad attivare la nostra capacità di dirigere la nostra attenzione verso quanto ci circonda o verso quanto sta succedendo esternamente o internamente a noi. I principi fondamentali della meditazione mindfulness ci invitano a guardare con occhi non giudicanti al momento presente, per esplorarlo come se stessimo osservando noi stessi, da una posizione esterna a noi, con una curiosità genuina.  Questo processo in altre parole ci permette di dilatare il tempo rallentandolo ed abituandoci a non reagire agli impulsi, ma rispondendo agli stimoli in modo consapevole, senza il pilota automatico per avere comportamenti più funzionali.

Pertanto questo tipo di meditazione mindfulness aiuta ad essere consapevoli delle proprie emozioni e a saper creare le azioni necessarie per non farsi sopraffare ed essere in grado di far fronte a quanto succede nella vita di ogni giorno con serenità.

La meditazione mindfulness che utilizziamo nelle nostre proposte è un mix che deriva dalla tradizione di Jon Kabat-Zinn– ideatore di Mindfulness Based Stress Reduction MBSR, protocollo utilizzato in tutto il mondo contro lo stress – e dalla tradizione di Kristin Neff e Chris Germer, ideatori di Mindfulness Self-Compassion MSC, protocollo che sta prendendo sempre più piede basato sulla empatia compassionevole.